23 Giu 2022

La Staffetta passa sul Ponte degli Alpini

Giorno 17, Vicenza-Bassano del Grappa Il clou della tappa odierna è senz’altro stato l’arrivo della Staffetta sul magnifico ponte di Bassano sul fiume Brenta (progettato dal Palladio), quello della famosa canzone, che fu ricostruito nel 1948 dagli Alpini grazie a una sottoscrizione tra le penne nere, lasciandosi alle spalle la tragedia della guerra e dando avvio alla rinascita. Le Poste dedicarono anche un francobollo speciale all’l’inaugurazione, che avvenne in occasione della prima Adunata nazionale del dopoguerra, che vide l’incontro tra i reduci del ’15-’18 e quelli della Secondo conflitto mondiale. Si trattò di un momento davvero straordinario, come lo descrisse Emilio Faldella nella sua monumentale Storia delle Truppe Alpine: “I reduci si scrollano di dosso dubbie ed incertezze, staccano il cappello alpino dal chiodo che ...
22 Giu 2022

Dalla Lombardia al Veneto: la Staffetta Alpina raggiunge Verona

Giorno 16, Brescia-Sirmione-Verona La Staffetta ha lasciato oggi Brescia per iniziare la quattordicesima tappa, con direzione Sirmione, sul lago di Garda alle soglie del Veneto, località turistica che ha salutato il passaggio dei corridori del 5° reggimento alpini e dell’Associazione Nazionale Alpini, il cui gruppo locale fa parte della Sezione di Salò, intitolata al Battaglione “Monte Suello”, che si era distinto sul Monte Grappa durante la Prima guerra mondiale e che aveva preso il nome per ricordare la battaglia garibaldina combattuta nel 1866 proprio sul Monte Suello, montagna nella zona del lago d'Idro, confine con il Trentino, allora territorio austriaco. A Sirmione gli staffettisti sono stati accolti da tantissimi Alpini dell’Ana, tanti cittadini locali, con in testa la Sindaco di Sirmione, Luisa Lavelli e moltissimi turisti ...
22 Giu 2022

Il 23 giugno la Staffetta fa tappa a Bassano per una due giorni di eventi

Centinaia di appartenenti alle Truppe Alpine dell’Esercito e all’Associazione Nazionale Alpini che hanno partecipato alla Staffetta Alpina, in queste tre settimane hanno coperto più di 1000 km, su un itinerario che verrà completato complessivamente in 23 tappe, ultima delle quali il 2 luglio a Trieste. Anche Bassano del Grappa, città iconica per gli alpini, sarà … Continue reading →Il 23 giugno la Staffetta fa tappa a Bassano per una due giorni di eventi
21 Giu 2022

Inizia la seconda parte della Staffetta con la Julia e le Sezioni del Triveneto

Giorno 15, Sondrio-Edolo-Brescia Ricevuto il testimone ieri a Morbegno dalla “Taurinense”, che aveva dato inizio alla corsa il 6 giugno a Ventimiglia, la staffetta della Julia è passata a Morbegno, esattamente nel luogo dove fu costituito l’omonimo battaglione, in piazza S. Antonio, per un momento di raccoglimento ed una foto ricordo. La fiaccola della tradizione alpina in viaggio dalle Alpi Marittime a quelle Giulie è una copia di quella realizzata in occasione dell’Adunata Nazionale di Trento del 2018, che fu accesa dal reduce di Russia Guido Vettorazzo davanti alla “Maria dolens”, la Campana della pace di Rovereto, realizzata con il bronzo dei cannoni delle 19 nazioni partecipanti alla Prima guerra mondiale. La tappa di oggi è partita da Sondrio, che fu sede della 12ª compagnia alpina, ...
20 Giu 2022

La Staffetta a Chiavenna e Morbegno

Giorno 14, Chiavenna-Morbegno La Staffetta Alpina è rimasta in Lombardia, virando però verso uno scenario montano, con i corridori del Nizza Cavalleria (1°) e gli Alpini della Sezione Valtellinese che si sono dati appuntamento a Chiavenna per dare inizio alla dodicesima tappa, con termine a Morbegno. La prima frazione si è conclusa al Lago di Mezzola, con il comandante del Nizza, il colonnello Paolo Scimone, che ha preso in consegna la fiaccola della tradizione, per portarla ad Andalo Valtellino, lungo uno splendido itinerario contornato dal Monte Berlinghera e dal Monte Legnone. Ad Andalo l’omaggio ai Caduti, presenti il Sindaco e il Gruppo locale ANA, di cui è madrina la signora Marilena, figlia del reduce di Russia Franco Dell’Oca. Nello stesso posto avveniva il passaggio di consegne ...
19 Giu 2022

La Staffetta omaggia l’inventore degli alpini a Cassano d’Adda

Giorno 13, Cassano d’Adda-Varese-Como-Lecco Oggi la tappa, la prima in Lombardia, è partita da Cassano D’Adda, luogo fortemente simbolico per gli Alpini, visto che qui nacque nel 1839 il generale Giuseppe Domenico Perrucchetti, considerato il “padre” delle penne nere. Da giovane capitano scrisse infatti un originale trattato circa la difesa dei confini alpini, in cui si proponeva di affidare il presidio delle cime a uomini reclutati sul posto, nati e cresciuti nelle stesse valli che sarebbero stati chiamati a difendere. L’originale studio incontrò il favore del generale piemontese Cesare Ricotti Magnani, il quale diede impulso alla costituzione delle prime quindici compagnie alpine, sancita dal decreto firmato a Napoli il 15 ottobre del 1872. Stamattina a Cassano una grande folla ha riempito la piazza intitolata a Domenico ...
18 Giu 2022

Tappa di pianura con l’omaggio al fautore del Corpo

Giorno 12, Vercelli-Borgo Lavezzaro-Novara La decima tappa della staffetta si è corsa tra Vercelli e Novara, città di pianura ma alpine al 100%, lungo un itinerario in cui si iscrive la storia degli alpini insieme a quella dell’Unità d’Italia. I militari del reggimento Nizza cavalleria (1°), che portano le insegne della brigata alpina Taurinense dell’Esercito, hanno corso insieme a quelli dei gruppi sportivi dell’ANA, attraversando subito luoghi come Robbio (nel pavese), Palestro e Confienza - che nel 1859 furono teatri di episodi vittoriosi della seconda guerra d’indipendenza, con la cavalleria e i bersaglieri tra i protagonisti – non senza passare anche davanti alla cascina di Torrione (nel novarese) che fu il quartier generale di Vittorio Emanuele II durante il secondo conflitto contro l’Austria (dove una ...
16 Giu 2022

A L’Aquila la Staffetta incontra il 9° reggimento e le Alpiniadi

Giorno 11, Pizzoli-L'Aquila L’ultima frazione della tre giorni appenninica della Staffetta Alpina è stata tra le più lunghe e dense di eventi. Partiti nel mattino dal Monumento ai Caduti di Tutte le Guerre di Pizzoli, piccolo comune di 4000 anime nel cuore del Parco Nazionale del Gran Sasso e dei Monti della Laga, i corridori delle Truppe Alpine dell’Esercito e dell’Associazione Nazionale Alpini hanno puntato dritti verso la città de L’Aquila. A guidare gli alfieri, per la prima fase, sono stati il comandante del Nono reggimento Alpini, il colonnello Gianmarco Laurencig, friulano di nascita, insieme al maggiore Pasquale Marrese (di Teano), insieme al maresciallo ordinario Claudia Papale, nativa di Pescina, e al salentino Roberto Quarta, sergente maggiore capo. Praticamente tutta l’Italia rappresentata. Con loro Massimo Barone ...
15 Giu 2022

Abruzzo, terra di grandi alpini

Giorno 10, Montereale-Pizzoli Giorno dieci per la grande Staffetta Alpina, seconda parte della tappa 9 in Abruzzo, terra di alpini e di eroi con la penna sul cappello. Oggi è la festa degli artiglieri d’Italia, e gli attuali reggimenti di artiglieria alpina delle Truppe Alpine dell’Esercito - a Fossano il 1° (Taurinense) e a Remanzacco il 3° (Julia) – hanno celebrato oggi, come ogni anno, la battaglia del Solstizio (così la battezzò D’Annunzio), che nel 1918 fu determinante per la Vittoria nella Grande Guerra. La tappa di oggi – che è ripartita da Montereale alla volta di Pizzoli – si è svolta all’insegna della memoria, con i corridori (i graduati del 9° Alpini Maurizio Fluttuante, aquilano, Emidio Ricci di Castel di Sangro, Gianluca Manna da ...
14 Giu 2022

La Staffetta tra Lazio e Abruzzo

Giorno 9, spin off sugli Appennini Con una parentesi di tre giorni nell’Italia centrale, la Staffetta cambia paesaggio ma mantiene lo stesso spirito, quello cioè di raggiungere luoghi significativi della storia delle Truppe Alpine dell’Esercito. E la scelta non poteva non cadere su Amatrice, il luogo simbolo della tragedia del terremoto di magnitudo 6.0 che il 24 agosto del 2016 sconvolse una vasta area a cavallo di Abruzzo, Marche, Umbria e Lazio, colpendo seicentomila persone e causando oltre 300 vittime. Gli Alpini in armi, tra cui quelli del 9° reggimento della Taurinense di stanza a L’Aquila, insieme a quelli dell’Associazione Nazionale Alpini provenienti da tutta Italia, furono tra i primi soccorritori e prestarono la loro opera rimuovendo tonnellate di macerie, allestendo strutture di ricovero, assistendo ...